Category: Ultime notizie

14/12/2017: Il Parlamento approva la legge sul fine vita

14/12/2017: Il Parlamento approva la legge sul fine vita

Il 14 dicembre 2017 il Parlamento italiano ha approvato definitivamente la legge sul Biotestamento.

Cosa prevede la legge?

IL CONSENSO INFORMATO – Il testo prevede che, nel rispetto della Costituzione, nessun trattamento sanitario possa essere iniziato o proseguito se privo del consenso libero e informato della persona interessata. Viene “promossa e valorizzata la relazione di cura e di fiducia tra paziente e medico il cui atto fondante è il consenso informato” e “nella relazione di cura sono coinvolti, se il paziente lo desidera, anche i suoi familiari”.

Continue reading

Regione Veneto: approvato riparto fondo unico 2017

Regione Veneto: approvato riparto fondo unico 2017

+++ NON AUTOSUFFICIENTI: GIUNTA VENETA APPROVA RIPARTO FONDO UNICO 2017 – ASSESSORE LANZARIN, “NOVITÀ PER MALATI DI SLA, CENTRI DIURNI DISABILI E TELESOCCORSO” +++
Ammonta a 758 milioni (precisamente 758.233.410 euro) il fondo da destinare per la disabilità e la non autosufficienza adottato dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore al sociale Manuela Lanzarin. Il provvedimento di riparto per l’anno in corso passa ora all’esame della quinta commissione del Consiglio regionale. 
Il fondo, che assomma tutte le risorse a disposizione quest’anno della Regione per interventi e servizi a favore di disabili, anziani, non autosufficienti, è aumentato di 4 milioni di euro rispetto alle risorse disponibili lo scorso anno. 

Continue reading

Caregiver: le app migliori da installare

Caregiver: le app migliori da installare

Ci sono delle app che aiutano i caregiver nell’assistenza: promemoria, registri attività, coordinamento, note e informazioni su specifiche malattie.

Di seguito ne vengono indicate alcune.

Mobile App per caregiver

Tra le principali App da poter scaricare per ottenere informazioni su specifiche malattie, impostare promemoria, visualizzare registri delle attività, coordinarsi tra caregiver, prendere nota delle istruzioni fornite dai medici o altri operatori di assistenza e altro ancora troviamo:

Continue reading

Dona il 5 x mille ad Asla

Dona il 5 x mille ad Asla

È possibile destinare (senza alcun onere finanziario per coloro i quali effettueranno la donazione) il 5 per mille delle imposte sul reddito versate allo Stato, all’ASSOCIAZIONE ASLA Onlus per i Malati di SCLEROSI LATERALE AMIOTROFICA.
Con questo gesto sarà possibile dare un forte contributo e sostegno a coloro i quali sono impegnati quotidianamente nella lotta a questa terribile malattia.

Continue reading

Approvati i nuovi L.E.A. (Livelli Essenziali Assistenza)

Approvati i nuovi L.E.A. (Livelli Essenziali Assistenza)

20Sbarcano finalmente in Gazzetta i nuovi Lea firmati da Gentiloni il 12 gennaio scorso. Moltissime le novità per una spesa aggiuntiva del Ssn finanziata con 800 milioni di euro vincolati. Il provvedimento interviene su quattro fronti: 1. definisce attività, servizi e prestazioni garantite ai cittadini dal Ssn; 2. descrive con maggiore dettaglio e precisione prestazioni e attività oggi già incluse nei Lea; 3. ridefinisce e aggiorna gli elenchi delle malattie rare e delle malattie croniche e invalidanti che danno diritto all’esenzione; 4. innova i nomenclatori della specialistica ambulatoriale e dell’assistenza protesica.

Continue reading

“La Tribuna di Treviso” – “Malati di SLA, fondi incagliati…

“La Tribuna di Treviso” – “Malati di SLA, fondi incagliati…

“La Tribuna di Treviso” – 11 aprile 2017

Malati di Sla, fondi incagliati. I familiari minacciano sit in

La risposta tanto attesa è in ritardo di mesi. A palazzo Balbi tutto tace e intanto i malati di Sclerosi Laterale Amiotrofica (Sla) aspettano di sapere se e quando arriveranno i fondi per l’assistenza…

La risposta tanto attesa è in ritardo di mesi. A palazzo Balbi tutto tace e intanto i malati di Sclerosi Laterale Amiotrofica (Sla) aspettano di sapere se e quando arriveranno i fondi per l’assistenza domiciliare. Lo stallo inizia a pesare sulle seicento famiglie di pazienti veneti di Sla, di cui un centinaio in provincia di Treviso. «Si è creata una situazione di forte disagio», denuncia Daniela Fasolo, presidente di Asla onlus «un mese fa abbiamo scritto una lettera all’assessore regionale ai Servizi Sociali chiedendo la convocazione urgente di un tavolo, sono seguite numerose email di sollecito e telefonate, ma ad oggi è ancora tutto fermo e non abbiamo avuto risposta. Intanto, le famiglie stanno anticipando cifre ingenti perché, nell’attesa che la vicenda si sblocchi, le badanti bisogna giustamente pagarle».

Continue reading

La Regione intende unificare gli ex fondi speciali per la SLA con le ICD

La Regione intende unificare gli ex fondi speciali per la SLA con le ICD

A partire dal 2017, l’assessorato ai Servizi Sociali della Regione Veneto intende unificare gli ormai ex contributi aggiuntivi per la SLA con le ICD (anche perché i fondi spefici per la SLA sono terminati). Quanto sopra è stato comunicato dall’Assessore E. Lanzarin nell’ultimo incontro del Tavolo Tecnico Regionale sulla SLA (novembre 2016) di cui anche Asla fa parte.

L’intenzione dichiarata dall’Assessore era quella di erogare un’unica somma alle famiglie, da liquidare mensilmente, senza necessità di rendicontare e giustificare le spese. 

Continue reading

Inps, via al nuovo piano di assistenza domiciliare per famiglie con disabili

Inps, via al nuovo piano di assistenza domiciliare per famiglie con disabili

Dal 1° marzo i dipendenti e i pensionati pubblici con un familiare disabile potranno chiedere di accedere al nuovo programma “Home care premium” che prevede un contributo economico mensile fino a 1.000 euro per pagare “l’assistente familiare” (il/la badante che si prende cura della persona in situazione di difficoltà). Si possono presentare le domande fino al 31/3/2017. Il piano è stato presentato dal presidente Inps, Tito Boeri, che ha spiegato come al momento sia limitato ai dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione che contribuiscono alla gestione con lo 0,35% sulle retribuzioni dei  lavoratori in servizio e con lo 0,15% versato su base volontaria dei pensionati oltre che dagli interessi su prestiti e mutui concessi agli iscritti.

Continue reading

X