Mese: febbraio 2017

Inps, via al nuovo piano di assistenza domiciliare per famiglie con disabili

Inps, via al nuovo piano di assistenza domiciliare per famiglie con disabili

Dal 1° marzo i dipendenti e i pensionati pubblici con un familiare disabile potranno chiedere di accedere al nuovo programma “Home care premium” che prevede un contributo economico mensile fino a 1.000 euro per pagare “l’assistente familiare” (il/la badante che si prende cura della persona in situazione di difficoltà). Si possono presentare le domande fino al 31/3/2017. Il piano è stato presentato dal presidente Inps, Tito Boeri, che ha spiegato come al momento sia limitato ai dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione che contribuiscono alla gestione con lo 0,35% sulle retribuzioni dei  lavoratori in servizio e con lo 0,15% versato su base volontaria dei pensionati oltre che dagli interessi su prestiti e mutui concessi agli iscritti.

Continue reading

Maicol Cavestro dedica una canzone alla mamma malata di SLA

Maicol Cavestro dedica una canzone alla mamma malata di SLA

Il nostro caro Maicol Cavestro, figlio di Renzo – Presidente della sezione Asla di Verona – dedica una canzone alla mamma malata di SLA dal titolo “L’altra metà del cuore”.

E’ un modo per esprimere il suo affetto alla mamma malata da quando lui aveva 6 anni.

Gli introiti che deriveranno da questa iniziativa verranno donati ad Asla, per aiutare i malati e le loro famiglie.

Continue reading

Paolo Palumbo, lo chef con la SLA che ridà il sapore ai tracheotomizzati

Paolo Palumbo, lo chef con la SLA che ridà il sapore ai tracheotomizzati

Autore: Margherita De Nadai

Paolo Palumbo ha 19 anni, e il suo sogno è quello di diventare uno chef di livello. Un anno e mezzo fa decise di coronarlo, tentando di accedere all’Accademia dello chef Gualtiero Marchesi. Un sogno che però, dopo pochi mesi, viene ostacolato dalla malattia, perché nell’estate del 2016 scopre di essere affetto da Sclerosi laterale amiotrofica (SLA). Non solo, Paolo si ricopre di un triste primato: è il più giovane caso di SLA in Italia ed uno dei più rari d’Europa, poiché possiede la compromissione del motoneurone 1 e 2 (bulbare e spinale)

Continue reading

X